Firenze Italy
+39 3343284050
cmpress.it@gmail.com

La Midland vola ai quarti di Coppa Toscana: secondo “clean sheet” consecutivo!

La Midland vola ai quarti di Coppa Toscana: secondo “clean sheet” consecutivo!

COPPA TOSCANA
MIDLAND G.S. 2
DEPORTIVO CHIESANUOVA 0

Marcatori: 20° p.t. Pini (M), 24° p.t. Benfatto (M)

Midland G.S.: 1) Cerezuela, 2) Fizialetti 3) Benfatto, 4) Mitrado, 5) Celli, 6) Bonini, 7) Pini, 8) Barbato, 9) Biagiotti, 10) El Oualja A., 11) Bonifacio, 12) Becherucci.
All. Dino Del Re

Deportivo Chiesanuova: 1) Palazzini, 2) Allighieri, 3) Amato, 4) Fantechi, 5) Villegas, 6) Masini, 7) Fancelli, 8) Pertici, 9) Arcangioli, 10) Diaferia, 11) Rondan Villanueva, 12) Califano.
All. Marco Giorgio Gargini

Missione compiuta per la Midland e approdo senza eccessivi affanni al turno successivo di Coppa Toscana. D’altronde, l’impresa di quindici giorni fa nel Mugello, aveva reso agevole la strada per la qualificazione e anche una sconfitta di misura nella seconda partita del triangolare non avrebbe avuto conseguenze nefaste.

Gli ospiti hanno provato in tutti i modi a sovvertire il pronostico, ma un po’ di sfortuna sotto porta e, soprattutto, la prova impeccabile di Becherucci tra i pali e quella monumentale di Bonifacio al centro della difesa hanno permesso agli “emmecerchiati” di chiudere il girone di Coppa Toscana con la porta inviolata. Evento tutt’altro che consueto nel futsal!

La Midland inizia facendo girare palla e prendendo il controllo del gioco ma il primo squillo arriva solo al 6° minuto su azione d’angolo. Pini “vede” Celli in invidiabile posizione, ma il “cinque” pecca di precipitazione e non inquadra la porta.

Anche il Deportivo c’è e intorno al dodicesimo Amato minaccia i padroni di casa con due conclusioni consecutive: nella prima sventa Becherucci, nella seconda la sfera va fuori di pochissimo.

Il pericolo sveglia i ragazzi rosso-blu che cominciano a fare sul serio: al 14° Barbato sfiora il vantaggio con un diagonale che si perde al lato, al 17° Celli conquista palla con un bell’anticipo, ma poi perde il duello a tu per tu con Califano. Lo score non cambia ma è il preludio alla svolta della partita.

Minuto venti. Altro angolo per i ragazzi di Dino Del Re, schema simile, ma a parti invertite: Celli trova Federico Pini che al secondo tentativo non lascia scampo al portiere chiesanuovese. Midland in vantaggio!

Minuto ventiquattro ancora Celli, più a suo agio nel ruolo di assist-man che di cecchino, inventa per Guglielmo Benfatto che torna a segnare tra i “grandi” dopo l’incredibile doppietta di due anni fa in casa Arpi Nova.

Nel recupero Pertici e Rondan Villanueva provano a riaprire il match, ma l’ex estremo difensore del Pontassieve fa buonissima guardia. Si va così al riposo con il doppio vantaggio Midland.

A inizio ripresa il Deportivo compie il massimo sforzo, ma la fortuna non è dalla sua parte: al 2° il montante dice di no a Villegas, al 6° bomber Arcangioli prima spara alto a porta praticamente vuota e nell’azione successiva un miracolo di Becherucci gli impedisce di rifarsi. Il forcing degli ospiti termina con la conclusione di Diaferia che Duccio da Fiesole sventa con l’aiuto del palo.

Mister Del Re non appare contento (eufemismo) dell’approccio mentale dei suoi ragazzi alla ripresa delle ostilità e chiama un time-out quanto mai opportuno. La “sveglia” produce effetti terapeutici e la concentrazione per i padroni di casa torna ad essere alta.

Infatti, tra il 16° ed il 17° è proprio la Midland a sfiorare più volte la terza segnatura prima con capitan Biagiotti, il più anziano in campo, che chiama ad una grandissima parata Califano e poi con Akram El Oualja, classe 2004, che non può bagnare la sua prima uscita ufficiale nel futsal per colpa di un salvataggio sulla linea di porta. Tra l’eterno Pippo e il fratellino dello squalificato Mounir ben 26 anni di differenza, ma entrambi assai utili alla causa rosso-blu.

Al ventesimo, tra i padroni di casa, doppio infortunio pressochè contemporaneo di Becherucci e Celli: non una grande notizia in vista dell’imminente avvio del campionato.

La partita negli ultimi minuti non ha più molto da dire e annotiamo soltanto l’ottimo riflesso dell’appena entrato Cerezuela sul tap-in di Amato e sull’altro fronte la serpentina di Fizialetti, altro millennial “emmecerchiato”, che s’infrange sull’uscita del portiere avversario.

Archiviata al meglio la pratica del primo turno di Coppa Toscana, la Midland si concentra adesso sul massimo campionato regionale che sta per iniziare: prima sfida casalinga, sabato 16 ottobre, contro l’Elba 97.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial