Giustizia: interrogazione Totaro (FdI) difesa ufficio migranti ‘L’uso eccessivo del fondo statale è un affronto verso gli italiani non abbienti’

COMUNICATO STAMPA – L’uso eccessivo del fondo statale per la difesa d’ufficio con cause di giustizia da parte di cittadini stranieri richiedenti asilo “è un affronto nei confronti di tutti i cittadini meno abbienti che hanno diritto ad essere difesi e non hanno i soldi per pagarsi l’avvocato”. Lo ha detto Achille Totaro, senatore di Fratelli d’Italia, che oggi ha illustrato alla stampa i contenuti di un’interrogazione al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede sul tema.
“Fra Toscana e Umbria – ha spiegato il Senatore – 5.800 richiedenti asilo ai quali era stata negata la possibilità di avere il permesso di soggiorno hanno fatto ricorso al tribunale ordinario: ricorsi che costano da 800 a 1600 euro, possiamo quindi ipotizzare una spesa di circa oltre 6 milioni. L’altra cosa strana, che sarà oggetto dell’interrogazione, è che tutti e 5.800 i ricorsi sono stati accolti dal Tribunale”.
“Chiediamo al ministro anche di aumentare questi fondi – ha concluso Totaro – mi sembra un po’ incredibile che nella nostra nazione avvenga un razzismo al contrario, nel senso che chi viene da questi paesi ha il diritto ad avere un avvocato d’ufficio pagato dallo Stato, mentre il cittadino italiano che invece ha dei problemi a pagarsi l’avvocato trova i fondi già finiti”.