CLAIM: prodotti personalizzabili e di alta qualità per pezzi unici!

ARTICOLO – Un brand giovane ma già molto richiesto tra gli amanti delle novità e dei prodotti esclusivi.

L’idea nasce dal toscano Simone Paggetti, fondatore della linea, che nel 2017 durante un viaggio alle Hawaii, entra in contatto con un’artigiana locale che gli illustra, oltre ai suoi prodotti, un progetto ambizioso e benefico: “Bangladesh project”.

Ecco allora l’idea di un progetto con la finalità di offrire un lavoro, un fondo pensione alle donne che producono a mano, queste borse in canapa, impermeabili, durevoli ed eco-compatibili, cercando di aiutare la povertà nel paese.

“Data la mia passione – racconta il fondatore – per la moda, il mondo retail e l’interesse nel sostenere persone meno fortunate di noi, decido di collaborare con il creative director di Los Angeles e creare il mio marchio CLAIM, avendo cosi l’esclusiva per l’Italia e per la Spagna.”

Claim –  che significa Cultures, Love, Ambition, Itineraries, Maintainable – ha come valori la passione per i viaggi, l’amore in ogni sua forma, l’ambizione, il contatto con le culture diverse dalla propria, la sostenibilità.

“La modella Gisele Bundchen – prosegue Paggetti – ci ha generosamente aiutato a portare ad un pubblico più vasto la nostra borsa, così da farla diventare un must-have accessory negli USA”.

Ma la vera ragione per cui questo prodotto sta avendo un grande successo sta tutto nello slogan:
CLAIM: la libertà di essere unici!
Perchè CLAIM propone oggetti di design di alta qualità ad un buon prezzo, rendendo reale il desiderio di ogni acquirente: avere un prodotto personalizzato, unico e di quantità limitata. Ogni borsa viene realizzata e prodotta in soli 50 pezzi e al momento disponibile solo online @claim_official_shop e attraverso il team di collaboratori.